Il fazzoletto rosso

La paga buona è il motivo che ha spinto un falciatore a passare il confine. Cosa lo farà rimanere?

uigi è al lavoro, una ragazza lo osserva mentre con la cote ripassa il filo alla lama. Siamo alla fine della stagione e il falciatore si prepara a tornare in Italia dopo una fruttuosa stagione in Francia. Lo zaino è presto fatto, eppure manca qualcosa. Luigi cerca ancora tra le sue cose ma non trova più una delle sue lame. La cerca in giro in modo sempre più preoccupato. Ormai convinto che qualcuno l'abbia rubata. Invece la lama è piantata in bella mostra su un albero. Luigi la vede.

Ad essa è legato un nastro rosso. A luuigi sembra di aver già visto quel nastro rosso, ma non è sicuro. Avvicinandosi per recuperare la lama, vede una ragazza nascosta dietro l’albero. Il nastro rosso è il suo. Luigi l’aveva vista più volte passare lungo il sentiero quando lui era al lavoro. Ma cosa vuole da lui? Quale sarà l’esito di questo incontro?

 

Il protagonista

Mèlody

Tutti si voltano a guardarla quando passa per il suo incedere leggero e aggraziato. Una ragazza semplice con un piccolo vezzo: un foulard rosso legato al collo.

Il protagonista

Luigi

Giovane falciatore apprezzato per la sua bravura e per il suo carattere mite e tranquillo.

Ricerca Storica

La stagione dei falciatori italiani che si spostavano in Francia durava dai 15 ai 40 giorni. I falciatori più bravi dopo che avevano finito in un posto continuavano in un altro.
La paga in Francia era nei primi del secolo scorso di 4 franchi al giorno più il vitto e l’alloggio: quasi il doppio di quanto si guadagnava in Italia.
Questo fenomeno è durato fino al decennio seguente la Seconda Guerra Mondiale, ora gli unici falciatori che continuano a spostarsi sono il Sito del cielo, le tre stelle della cintura di Orione che procedono di pari passo, chiamate così nelle nostre montagne, perché allineate come falciatori in un prato infinito.
Falciatori, ma anche domestici, muratori, conducenti di muli , minatori e contrabbandieri… Erano in molti a valicare il confine per cercare lavoro in Francia. Uomini e donne.
Usi e costumi affini, le molte parentele e le continue frequentazioni rendevano naturale questo scambio.

Bibliografia

Ottonelli Elisabetta – Il Contrabbando – Storie di contrabbando per i colli di Viso – Comunità Montana Valli del Monviso – Progetto Alcotra Vis’Oc
Ottonelli Elisabetta – Les contrebandiers – Histoires de contrebande entre Queyras et vallées du Viso – L’ Office de Tourisme du Queyras – Projet Alcotra Vis’Oc

Si ringrazia per il prestito del materiale:

Chiri Modesto
Flesia Giuseppe
Lorenzati Oreste

Le comparse:

Mélody Rouault Blaise

Materiale in Download

  • Here you can directly download the material that allows you to live the full experience of the project PAS.SI. The map with the itineraries, the informative brochure, the booklet to interact with the multimedia installations and the instructions how to receive the gadget.